La Riserva

Riserva Naturale
Poggio all'Olmo

Insieme alle aree protette di Monte Labbro e Monte Penna, al Parco Faunistico, la Riserva naturale regionale di Poggio all’Olmo, completa il sistema di salvaguardia del territorio amiatino.

La superficie (434 ettari) interessa il Comune di Cinigiano e in particolare le castagne e i boschi che si estendono alla periferia del borgo di Monticello Amiata e Castiglioncello Bandini.

Il territorio

Il territorio è prevalentemente montano, con i rilievi principali costituiti da Poggio Olmo (1011 metri), Poggio Materaio (936 metri) e Poggio La Torretta (854 metri). Nonostante questo Nel nella Riserva sono presenti case poderali con terreni coltivati a pascolo e piccoli appezzamenti a segale.

La Flora

Una accurata descrizione degli ambienti vegetazionali, dell’Università degli Studi di Siena (Facoltà di Scienze Naturali), conferma la presenza di pini neri, abeti e castagneti da frutto (alcuni secolari), alternati a praterie semi-naturali xeriche su substrati calcarei con elevata presenza di orchidacee. In particolare si rinvengono Epipactis Helleborina, Orchis purpurea, Cephalanteca longifolia e Ophris insectifera.

La flora annovera numerosi endemismi, come viola e santonina etrusca, la Linaria purpurea, il Crocus etruscus, il Marrubium incanum e altre specie rare come il Tragopogon samaritani.

La fauna

La fauna comprende innumerevoli specie, fra cui: la vipera comune (Vipera aspis), il tritone crestato (Tritunus cristatus), l’ululone dal ventre giallo (Bombina variegata), il gatto selvatico (Felis silvestris), la salamandra dagliocchiali (Salamandrina tergiditata) e rapaci che qui trovano l’habitat ottimale (per esempio il falco pecchiaiolo). Il cinghiale è l’immancabile compagno di viaggio durante passeggiate ed escursioni all’interno della Riserva naturale Poggio all’Olmo.

0
ettari
0 Metri
la vetta più alta
0
sentieri
0
anno istituzione
Follow Us